Ghonim Mohamed

Sito ufficiale del poeta scrittore Ghonim Mohamed

Intervista dal giornale “Il Resegone”

Intervista dal giornale “Il Resegone”

Intervista a Mohamed Ghonim,
autore di “Il segreto di Barhume”

(da «Il Resegone», 18 Aprile 1997)

Come si è integrato nella nostra comunità?
Sono figlio di due civiltà: quella faraonica e quella islamica. La prima mi ha insegnato a costruire materialmente, la seconda spiritualmente. Ho sempre creato il mio mondo dentro di me, quindi non mi sono mai sentito in un paese straniero. Inoltre non avverto lo scontro tra culture o civiltà: se basate su valori
profondi, possono solo incontrarsi in modo costruttivo.

Anche la sua duplice attività, ristoratore e scrittore, si può considerare figlia delle due civiltà?
In un certo senso si. I ristoranti che gestisco mi garantiscono tranquillità economica e mi consentono di dedicarmi alla lettura e soprattutto allo scrivere.

Come avviene la realizzazione di una sua opera?
Io penso e scrivo in arabo. Poi traduco in italiano. Purtroppo però, essendo l’italiano una lingua più.
povera rispetto all’arabo, talvolta mi è impossibile regalare al lettore il gusto di alcuni giochi di parole.

Quali sono le sue fonti ispiratrici?
Situazioni di dolore, problemi che affliggono il mondo, sempre letti e analizzati in senso generale, universale. Un’altra importante musa ispiratrice per me e’ costituita dalla donna.

Cosa pensa della donna e del suo rapporto con l’uomo?
Nutro un profondo rispetto per la donna. E’ come un
fiore che per crescere bene necessita delle amorose
cure del giardiniere.

 

 

ghonim

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x